Il nocciolo della questione: Stregoneria italiana, Stregheria, Wicca.

streghestampa

Questo articolo cerca di spiegare le differenze tra stregoneria, il sistema di pratiche originato dall’italo-americano Raven Grimassi, e la religione wicca. Una premessa: sono convinto che l’essere umano sia una creatura meravigliosa, capace di inventare e di innovare. La creatività é ciò che ci rende vivi e intelligenti. Dalle macchine a vapore alle lampadine elettriche, l’essere umano é stato capace di inventare ed inventarsi in continuazione. Per questa ragione, non sono convinto che cio’ che è nuovo sia necessariamente di minor valore, o meno efficace, di cio’ che è antico (o venduto come tale). I sistemi antichi di magia e di credenze possono offrire conoscenza senza prezzo, ma spesso sono anche portatori di oppressione e ineguaglianze. Leggi tutto “Il nocciolo della questione: Stregoneria italiana, Stregheria, Wicca.”

I due poli di una batteria: Stregoneria, Wicca e Sessualità

Attenzione: questo articolo contiene contenuti sessuali espliciti. Se ritieni che questi possano offenderti, non procedere alla lettura. 
La nostrgreatritea congrega è organizzata nel modo tradizione Gardneriano/ Alessandrino (…) è basata sulla polarità della femminilità e mascolinità psichica. Consiste, nel possibile, di ‘coppie di lavoro’, ognuna formata da una strega maschio e una strega femmina. (…) Quello che conta è il loro genere psichico, in modo che nel lavoro magico essi siano i due poli di una batteria.
(Janet e Stewart Farrar, A Witches Bible)
Mi contraddico?
Molto bene, allora mi contraddico.
(Sono largo, contengo moltitudini)
(Walt Withman, Song of Myself)

Questo post* ha come scopo di contraddire il punto di vista ancora spesso considerato valido in molta della stregoneria moderna, soprattutto wiccana, per cui l’atto magico raggiunge il massimo dell’efficacia quando praticato da una coppia di praticanti, un maschio e una femmina, o un uomo e una donna. Al contrario, cercherò’ di dimostrare che la polarità sessuale cosi’ com’è strutturata nella stregoneria moderna, e in particolare nella Wicca, non è che la riproduzione di fraintendimenti circa la sessualità umana, e di conseguenza non fa che porre limitazioni alla pratica delle stregoneria e alla strega. In breve, è più il riproporsi di una visione umana prodotta da bigottismo e secoli di patriarcato, piuttosto che di ‘leggi naturali’ che influenzerebbero la pratica magica. Leggi tutto “I due poli di una batteria: Stregoneria, Wicca e Sessualità”