Forgiare il Corpo della Strega, Peter Grey

Il testo seguente è la traduzione del discorso di Peter Grey alla Occult Conference a Londra il 18 giugno 2016. Il testo originale è sul sito di Scarlet Imprint, che ringraziamo per la gentile condivisione. 

13499751_1196404973755874_1134682889_o (1)La stregoneria è un lavoro del corpo, dei suoi processi e dei suoi sogni. Un groviglio narcolettico del palpabile e dell’invisibile, che palpita qui. Pronuncio un incanto per capello e per sangue, per pelle e per vena, ai muscoli, alla carne, agli organi e alle ossa. Il mio scopo: vestire il lavoro della strega del corpo dal quale è scappato impaurito, respinto, o dal quale il dolore l’ha scacciato.

Entriamo nella stregoneria nell’infanzia, morbidi come cera. Negli incontri con l’inesplicabile fatti di ripetizioni e richiami. Lo sguardo è spesso rivolto a soglie immaginifiche, a avventure libresche che continuano nei sogni. Leggi tutto “Forgiare il Corpo della Strega, Peter Grey”

I due poli di una batteria: Stregoneria, Wicca e Sessualità

Attenzione: questo articolo contiene contenuti sessuali espliciti. Se ritieni che questi possano offenderti, non procedere alla lettura. 
La nostrgreatritea congrega è organizzata nel modo tradizione Gardneriano/ Alessandrino (…) è basata sulla polarità della femminilità e mascolinità psichica. Consiste, nel possibile, di ‘coppie di lavoro’, ognuna formata da una strega maschio e una strega femmina. (…) Quello che conta è il loro genere psichico, in modo che nel lavoro magico essi siano i due poli di una batteria.
(Janet e Stewart Farrar, A Witches Bible)
Mi contraddico?
Molto bene, allora mi contraddico.
(Sono largo, contengo moltitudini)
(Walt Withman, Song of Myself)

Questo post* ha come scopo di contraddire il punto di vista ancora spesso considerato valido in molta della stregoneria moderna, soprattutto wiccana, per cui l’atto magico raggiunge il massimo dell’efficacia quando praticato da una coppia di praticanti, un maschio e una femmina, o un uomo e una donna. Al contrario, cercherò’ di dimostrare che la polarità sessuale cosi’ com’è strutturata nella stregoneria moderna, e in particolare nella Wicca, non è che la riproduzione di fraintendimenti circa la sessualità umana, e di conseguenza non fa che porre limitazioni alla pratica delle stregoneria e alla strega. In breve, è più il riproporsi di una visione umana prodotta da bigottismo e secoli di patriarcato, piuttosto che di ‘leggi naturali’ che influenzerebbero la pratica magica. Leggi tutto “I due poli di una batteria: Stregoneria, Wicca e Sessualità”